Home Page

Percorsi d'Arte e Storia

Itinerari Archeologici

Quaderni di Tages

 

email


Le Conferenze

Alcuni dei Quaderni presentati in questa sezione, come "L'Ordine dei Templari", "Il Palindromo di Paluzza" e "I Penitenti Bianchi", provengono da articoli scritti da Roberto Giordano e pubblicati su riviste di settore, mentre gli altri sono stati oggetto di specifiche conferenze effettuate nel corso degli ultimi anni.

Il contenuto del Quaderno, riassunto in un abstract, è consultabile sulle piattaforme Issuu.com, Academia.edu e Italia Medievale.org dopo la selezione della copertina relativa.

 

L'Ordine dei TemplariL'Ordine dei Templari

Intorno agli anni 1119-112, si formò a Gerusalemme un ordine monastico il cui compito era di difendere i pellegrini che si recavano in Terrasanta. Il principale artefice di quest’evento fu un cavaliere francese, Ugo di Payns della Champagne, insieme con altri nobili.

Essi si presentarono al Patriarca di Gerusalemme e pronunciarono i voti di povertà, obbedienza, castità e anche quello di difesa dei pellegrini. Presero, quindi il nome di "Poveri cavalieri di Cristo". Il re Baldovino assegnò loro degli alloggi in un’ala del suo palazzo che era stato edificato sulle rovine del Tempio di Salomone, per questo motivo essi divennero i Cavalieri del Tempio o Templari.

 

Il Palindromo di PaluzzaIl Palindromo di Paluzza

Durante la fase delle ricerche per il libro "L'Enigma Perfetto", mentre esaminavo alcuni numeri della rivista “La ricerca folklorica”, trovai un articolo di Domenico Isabella nel quale vi era una quasi trascurabile citazione del Palindromo.

L’articolo descriveva i numerosi graffiti presenti sugli affreschi cinquecenteschi situati in una cappella all’interno della chiesa di Santa Maria a Paluzza in Carnia. Questi segni furono tracciati, in gran parte, dai tipici commercianti ambulanti di materiale vario (soprattutto tessile), denominati Cramârs, che erano soliti passare da Paluzza prima di attraversare il passo di Monte Croce Carnico per vendere la merce nei paesi d’oltralpe.

 

L'Enigma PerfettoL'Enigma Perfetto

Il Palindromo del Sator è una struttura letterale composta da termini che possono essere interpretati con significati diversi e, in alcuni casi, misteriosi. È formato da cinque parole, Sator Arepo Tenet Opera Rotas, ognuna delle quali composta da cinque lettere.

Le cinque parole, disposte in quadrato una sopra l’altra, possono essere lette sia in senso orizzontale che in quello verticale, dall’alto come dal basso. La parola della terza riga, TENET, rimane identica anche letta a rovescio. Se poi si dispongono le cinque le parole di seguito l’una all’altra, la frase che risulta può essere letta anche in senso contrario.

 

La religione degli EtruschiLa religione etrusca

La religione è uno degli aspetti della civiltà etrusca che meglio conosciamo grazie alle tombe, alle sculture, alle pitture, ai resti di edifici sacri e ad alcuni documenti come il "Liber Linteus" della mummia di Zagabria, la tegola di Capua e il fegato di Piacenza.

Ci sono poi le notizie degli scrittori greci e soprattutto latini, da accettare invece con cautela, risalendo quasi tutte a un’età piuttosto avanzata e quindi, verosimilmente, deformanti ed esageranti taluni aspetti. È andata purtroppo perduta la letteratura religiosa originale degli Etruschi, che avrebbe risolto se non tutti buona parte dei problemi interpretativi.

 

I Penitenti BianchiI Penitenti Bianchi

In Italia, come nel resto d'Europa, il periodo medievale è stato caratterizzato da numerosi eventi che hanno segnato profondamente la società dell’epoca ma, nello stesso tempo, sono anche avvenuti degli episodi rimasti confinati ai margini del ricordo collettivo. Uno, tra questi poco conosciuti eventi, accadde sul finire del XIV secolo e coinvolse numerose comunità rurali e cittadine dell’Italia centro-settentrionale, quando si formò il movimento religioso dei Penitenti Bianchi, conosciuti più semplicemente come I Bianchi. La sua origine è strettamente legata ad alcune apparizioni divine avvenute, secondo le “Croniche” di Giovanni Sercambi, in Inghilterra e in Francia e che furono definite “Il miracolo dei tre pani”.

 


I Quaderni di Tages sono disponibili anche nel tradizionale formato cartaceo;

per la richiesta inviare una mail a: roberto@passeggiatenellastoria.it