I Segni dell'uomo

Antiche Mura

Scriptorium Quaderni di Tages

email

Nella sua opera "De Divinatione", scritta intorno al 44 a. C., Marco Tullio Cicerone racconta che in epoca etrusca le regole delle predizioni erano contenute nei "Libri Tagetici", così chiamati in quanto contenevano i precetti di Tages. Le leggende etrusche, continua Cicerone, narrano di un contadino di nome Tarconte il quale, mentre arava la sua terra vicino a Tarquinia, vide un bambino "fuoriuscire" all'improvviso da un solco tracciato in maggiore profondità. Questo bambino iniziò a parlare con la sapienza di un vecchio e l’aratore, stupito dall’apparizione, mandò alte grida di meraviglia che fecero accorrere le genti circostanti e, in breve tempo, tutta l’Etruria convenne sul luogo. Il bimbo, una volta radunata la folla, parlò lungamente, dettò regole e insegnò l’arte di predire il futuro rivelando i segreti per interpretare il volere degli Dei. Tutti ascoltarono attentamente ogni sua parola e la misero per iscritto. Questo bimbo, figlio della Terra e di Genio Gioviale, fu chiamato Tages.

Il Gruppo di Studio Tages

Il nostro Gruppo di Studio si è identificato con Tages ma, ovviamente, non è in grado di interpretare il volere degli Dei e nemmeno di prevedere il futuro ma, più concretamente, si è posto l'obiettivo di far conoscere le innumerevoli testimonianze storiche, artistiche e archeologiche presenti nel nostro Paese, una peculiarità che ha reso unica l'Italia nel panorama culturale mondiale e una una preziosa eredità da valorizzare e tutelare per le prossime generazioni. Questo scopo può essere raggiunto in svariati modi: con visite guidate, escursioni, pubblicazioni e tramite i numerosi "media" forniti dalle tecnologie informatiche.

Il Gruppo Tages, in collaborazione con diverse associazioni di trekking, ha effettuato nel corso degli ultimi anni numerose escursioni e visite guidate tra Lazio, Abruzzo e Umbria, e per quanto riguarda le pubblicazioni, ha iniziato, fin dal 2005, a realizzare i "Quaderni di Tages", degli opuscoli monografici con una sintetica descrizione sintetica descrizione delle località e dei siti archeologici visitati. Il primo dei Quaderni fu dedicato al borgo medievale di Castel Sant'Elia, in provincia di Viterbo, e aveva la finalità di fungere da supporto cartaceo per i nostri amici escursionisti. In questi quindici anni sono stati realizzati 48 i Quaderni e l'iniziale, semplice, pubblicazione è divenuta sempre più completa e curata. Si è, quindi, pensato di raccogliere in questo sito tutte le copertine dei Quaderni finora realizzati e di consentire la consultazione, per alcuni di essi, utilizzando la piattaforma ISSUU.

Per una maggior coerenza nelle tematiche trattatate i Quaderni sono stati così suddivisi:

I Segni dell'uomo; Percorsi d'arte e storia tra paesi i borghi, le piccole città e le antiche abbazie di Lazio, Abruzzo e Umbria. La visita di queste località non prevede particolari attenzioni.

Antiche Mura; Itinerari Archeologici tra gli insediamenti umani presenti nel territorio laziale. Molti tra questi siti, come ad esempio la via Amerina, Castel d'Asso, Luni sul Mignone, sono raggiungibili tramite delle escursioni a piedi. E' consigliabile, in questi casi, utilizzare un abbigliamento per il trekking leggero, con zaino, calzature adeguate e di preparare preventivamente l'itinerario di visita.

Scriptorium; Sono i Quaderni che raccolgono la sintesi le varie conferenze tenute da Roberto Giordano, alcune delle quali pubblicate su riviste di settore, dedicate a specifiche tematiche storiche, quali "La Religione degli Etruschi", "L'Ordine dei Templari", "Il Palindromo del Sator", "I Penitenti Bianchi", "La Sindone di Torino".

Quaderni di Tages; Con i Quaderni finora realizzati, in progressivo ordine numerico. Selezionando la copertina sarà possibile sfogliare il testo in formato pdf.

Ci auguriamo che queste nostre virtuali "Passeggiate nella Storia" possano essere apprezzate dai nostri visitatori e suscitare l'interesse e la motivazione per conoscere meglio le località e i siti archeologici presentati, visitandole con altri appassionati, oppure partecipando alle tante escursioni proposte dalle associazioni di trekking esistenti in Italia.


Sito in progress!